Vuoi parlare bene in inglese? devi respirare in inglese

ti è mai capitato quando parli in inglese di avere il respiro corto e di rimanere senza fiato?
Quello che ti sto per dire può sembrarti una….. ma l’inglese ha una sua respirazione
Ogni lingua usa il respiro in modo diverso

Parlare in inglese al telefono,durante una call o mentre fai networking richiede un buon controllo del respiro
Se sei sulle spine e in tensione il primo blocco è nel cambio di respirazione.Il respiro si sposterà nella parte superiore dei polmoni e diventerà poco profondo e più veloce.
Sai questo cosa significa?
Che il volume d’aria diminuisce e il cervello che riceve meno ossigeno
Il secondo blocco è nel fluire della voce.
La voce diventa tremante e non hai più il suo pieno controllo
totale della favola: meno aria = meno chiaramente riesci a parlare e più ti incarti e le parole sfuggono perché la tua mente è impallata

Idem dicasi di chi ti parla in apnea.Alla fine anche a te pare mancare il respiro

Come English coach ho notato che manager,professionist* che si trovano in situazioni di business spesso si fan catturare dall’ansia o bloccare da paure di fare figuracce o non essere all’altezza perché masticano poco l’inglese.
Anche se ‘errare humanum est’ la sensazione di perdere autorevolezza è quella che prende il sopravvento

IL PROBLEMA DI SABRINA
Era stata invitata a presentare il progetto della sua azienda sul tema sostenibilità e packaging a basso impatto ambientale  a un convegno
Sui contenuti non aveva dubbi.Il problema  era come comunicarli in modo chiaro e convincente senza sembrare una diplomanda la mattina degli orali  della maturità

PARLARE INGLESE NON È SOLO UNA QUESTIONE DI LINGUA

Soluzione
Sabrina doveva parlare davanti a un certo numero di persone.Il cosa dire non la preoccupava.Il problema era l’ansia che gli chiudeva la gola
In questo caso è il livello fisico dello speaking ad essere bloccato
Abbiamo lavorato su due punti
1 respiro
2 ritmo dello speaking
3 pronuncia e fluency

1 per parlare in modo più autorevole è necessario allenarsi al belly breathing( respirazione di pancia) che aiuta a ottenere più potere dietro le parole

2 per dare un ritmo fluido e sostenibile il segreto è spezzare le idee in blocchi più piccoli e più gestibili (da 3 a 7 parole circa) e fare una mini pausa per respirare
Non puoi dire tutto d’un fiato tre frasi senza pause.
Nello scritto c’è la punteggiatura che  dà il segnale ma quando parli devi dividere i concetti
altrimenti chi ti ascolta non riesce a seguirti,si perde e si annoia o si distrae
La cosa più importante è capire come dividere le idee per essere chiar* ,dare risalto a un concetto…

3 allenarti a suoni che noi non abbiamo e  a collegare le parole ( connected speech)

suoni come th , la consonante R , S ( /s/ esempio bus  ; /z/ these /ðiːz/

Most common –> Moscommon
don’t you” –> don-chu
stop it  –> stopit

La buona notizia è che il lavoro e la costanza ha premiato Sabrina che è riuscita a gestire
la presentazione alla grande e a iniziare una partnership con un paio di clienti

Sono questi i risultati che anche tu vuoi ottenere?

Condividi questo articolo sui tuoi canali social! Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.