PITCH WORKSHOP

Cambiacomunicazione:Quanto ti costa non avere un marketing pitch per promuoverti?

Cosa racconti di te e della tua attività professionale ma soprattutto come racconti la tua storia?
Il pitch non è una novità in fatto di presentazioni speed.

Lo usano le start up per promuovere il loro progetto,i professionisti per fare networking e allargare la rete dei loro contatti e i freelance per acquisire nuovi clienti.

I giapponesi  sono arrivati con il metodo Pecha Kucha (pronuncia «pecia-cucia»).Ormai la mania delle Pecha Kucha night si è diffusa in tutto il mondo
Ecco il sito e la pagina di Milano,una delle location

Ma cosa ha di speciale il pitch? la sintesi e il timing.

In pochissimo tempo,questione di secondi deve comunicare chi sei e cosa fai in modo creativo per convincere l’audience.Certo l’audience cambia e può essere un gruppo di investitori,una azienda,potenziali clienti….oppure serve a promuoverti e a ‘venderti’ in un colloquio o in altre occasioni come per esempio in forma scritta per una bio per i social o per il tuo sito

Il motto è poche parole ma…buone

Sembra una passeggiata creare un pitch ma non è facile agganciare l’attenzione e la curiosità ed essere ascoltati in un mondo pieno di stimoli,di pubblicità,di pseudo esperti improvvisati.

Le 4 parole chiave
precisione sintesi   chiarezza dinamicità

Comunque gli americani che una ne fanno e cento ne pensano in campo marketing non hanno inventato niente.Già Aristotele un marketer ante litteram aveva indicato i tre modi di persuasione nella ‘Retorica’.
E’ necessario aggiornarli in modo creativo e ripassare i principi della retorica (l’arte di parlare e scrivere in modo efficace) in versione 3.0

Ne parlo,fra le altre cose, nel workshop All you can..pitch

l’immagine mentale

chi ascolta deve farsi una immagine di te come ( ruolo professionale/capacità).
Sei un organizzatore nato? Usa le parole chiave per scolpirgli nella mente  l’immagine di organizzatore

dinamicità

Il tuo pitch respira con te quindi si deve sentire il movimento nelle parole.
Usa verbi dinamici per descrivere le tue capacità
I verbi dinamici raccontano il come fai una certa attività,l’azione
organizzo eventi per le PMI
gestisco i tuoi canali social per aumentare……

la voce del tuo pitch

le parole sono importanti ma più importante è il linguaggi non verbale cioè il come comunichi il tuo messaggio
La voce insieme alla postura e alle espressioni del viso e ad altro giocano un ruolo importante per il successo del pitch.
Fai una prova registrando una breve presentazione o chiedendo a qualcuno di ascoltarti

Ora fai un rapido check up della voce
♦ la tua voce è convincente,chiara,col giusto tono  assertivo?
♦ senti delle incertezze?
♦ ci sono delle pause inutili?
♦ le parole sono efficaci?
♦ sei sicuro di quello che stai dicendo?
♦ il messaggio è facile da capire?

nel workshop ci sarà spazio anche per un feedforward che ti sarà utile per migliorare
la tua comunicazione non verbale

un solo pitch non basta

per chi pensa che basti sudare le classiche sette camicie per distillare le parole giuste per il pitch da 60 secondi è già partito con il piede sbagliato.
Il pitch è un work in progress e va aggiornato,arricchito e cambiato come si cambiano gli abiti con l’arrivo di una nuova stagione
Nel tuo portafoglio pitch è necessario avere più di una versione in taglia small medium o large. Sarai tu che sceglierai la più adatta per una certa occasione o il tipo di audience
Nel workshop ti presento 10 tipi di pitch e come crearli in pratica


______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn7Email this to someone
Nessun commento

Lascia un commento